Multisala Novecento

LA RICETTA DELLA STRAFELICITA'

Associazione Cinqueminuti
Teatro d'attore e musica dal vivo

Genere: Film
Durata: 60'

ASSOCIAZIONE CINQUEMINUTI

LA RICETTA DELLA STRAFELICITA’

Età consigliata: 4-10 anni

Testo:                         Matteo Razzini

Regia:                         Matteo Razzini

Musiche:                     Stefano Tincani

Tecnica utilizzata:     teatro d’attore e musica dal vivo

LO SPETTACOLO:

L’estate era il periodo dell’anno che Michele amava di più, perché poteva passare molto tempo da solo con la nonna Isa: la sua gioia era di vederle cucinare la strafelicità. La nonna la preparava seguendo una ricetta segretissima che custodiva gelosamente tra le pagine di un quaderno a quadretti.

«Un pomo d’amore sopra al tagliere trita, sminuzza, poi stallo a sentire: la voce suadente induce al pianto che infine fiorisce e diventa incanto!» diceva la nonna danzando con gli arnesi al vento, tra lacrime di cipolla e sorrisi di mezzaluna.

«Pesa la gioia sulla bilancia aggiungi un ricordo di succo d’arancia sbuffa di nebbia, ungi di burro mescola tutto col cielo azzurro!»

Cantilenava nonna Isa con voce argentina tra piccoli vulcani di farina dal cuore palpitante di uova.

«Rovescia un sacco di sogni leggeri che siano bei freschi di oggi o di ieri aggiungi un abbraccio di terre lontane ma se assaggi tutto, nulla rimane!»

Nuova fatica teatrale per Matteo Razzini che con l’aiuto di 3 musicisti, Stefano Tincani (trombone), Alessandro Fava (Basso) e Massimo Giudici (batteria), da vita ad un’altra pagina della sua infaticabile penna.

LA COMPAGNIA:

Matteo Razzini vive in provincia di Reggio Emilia sviluppa una carriera artistica poliedrica che va dalla composizione musicale, alla scrittura, al teatro di prosa e alla clownerie.

Frequenta stage e percorsi teatrali che lo portano in scena sia in produzioni per adulti che per ragazzi.

Nel 2010 il testo Esco così mi perdo vince il prestigioso premio Andersen. L’anno successivo diventa uno spettacolo e nel 2013 una pubblicazione per l’infanzia.