Multisala Novecento

CHI HA INCASTRATO ROGER RABBIT

di Robert Zemeckis
con Bob Hoskins, Christopher Lloyd, Joanna Cassidy

Genere: Film
Durata: 101'

Chi ha incastrato Roger Rabbit (titolo originale Who Framed Roger Rabbit) è un film del 1988 per la regia di Robert Zemeckis realizzato a tecnica mista, che unisce la presenza di attori in carne ed ossa a celebri personaggi di animazione (a cura di Richard Williams) provenienti da vari studi, dalla Disney alla Warner Bros.

La pellicola si ispira al romanzo Who Censored Roger Rabbit, scritto da Gary K. Wolf, del quale utilizza i protagonisti, creando però una linea narrativa molto differente e fondamentalmente più cupa. Chi ha incastrato Roger Rabbit è stato inserito nel 2012 dal New York Times nella classifica dei 1000 migliori film di sempre.

La storia è ambientata nella Hollywood del 1947: Il proprietario degli omonimi studi di animazione R.K. Maroon, che lavora con i personaggi della città di Cartoonia per realizzare e vendere cartoni animati, assume l’investigatore privato Eddie Valiant (Bob Hoskins) per indagare sulla misteriosa e singolare relazione fra la sua star di punta, il coniglio Roger Rabbit, e la bellissima e prorompente moglie Jessica, che pare abbia tradito il marito con Marvin, titolare della ACME Corporation, un’azienda che produce oggettistica animata ed è proprietaria del terreno su cui sorgono gli studi Maroon.

Il coniglio, infatti, sembra distratto dai suoi problemi di coppia, rendendo difficile la vita sul set a causa dei continui errori che obbligano Maroon a fargli girare più volte le scene degli sketch di cui è protagonista, contribuendo così ad aumentare il deficit della casa di produzione ed il malcontento dei colleghi/cartoni animati di set.

Eddie si mostra reticente ad accettare l’incarico, pur avendo bisogno a sua volta di denaro, a causa della depressione e relativa dipendenza dall’alcool che lo affligge da quando suo fratello e socio in affari Teddy Valiant fu ucciso proprio da un cartone animato. Nonostante l’odio nutrito verso le buffe creature di Cartoonia, tuttavia, l’uomo si trova costretto dai debiti contratti a prendersi carico della missione, scattando le foto che documenterebbero il tradimento di Jessica.

La reazione di Roger, però,  è inaspettatamente clamorosa ed il coniglio fugge via dagli studi di Maroon sconvolto, rendendosi primo sospettato dell’assassinio del vecchio Marvin, ucciso a poche ore di distanza da una cassaforte piombatagli in testa. Giunto sul luogo del delitto per vedere più chiaro nella faccenda, Eddie fa la conoscenza del Giudice Morton (Christopher Lloyd), un lugubre individuo divenuto giudice di Cartoonia grazie a mazzette illegali.

Con l’ ausilio della sua truppa di faine animate, Morton, convinto della colpevolezza di Roger Rabbit, comincia a dare la caccia al coniglio per giustiziarlo con una pena definitiva: lo scioglimento in uno speciale intruglio ribattezzato “salamoia”, unico mezzo da lui stesso ideato per uccidere un cartone animato.

Eddie, nonostante il risentimento verso i cartoni animati, non può permettere che il povero Roger, sconvolto a causa delle foto da lui scattate, faccia una tale fine, dando inizio ad un’indagine parallela in cui emergerà un testamento non ritrovato ed enormi interessi economici di cui Roger si rivela essere solo uno sfortunato capro espiatorio, ignara pedina nelle sporche e pericolosissime mani del Giudice Morton.